La sclerosi laterale amiotrofica (Sla), detta anche morbo di Lou Gehrig, e' una malattia mortale che induce la morte dei neuroni motori, responsabili del controllo dei muscoli.
Uno studio pubblicato su 'Cell Stem Cell' da esperti dell'Harvard Stem Cell Institute rivela un nuovo approccio che utilizza, le cellule staminali per analizzare possibili trattamenti efficaci, che a oggi mancano per la terapia della Sla.
L'applicazione di questo metodo e' avvenuto trasferendo neuroni motori derivati dalle cellule staminali estratte da topi con Sla e da pazienti umani in laboratorio, facendone un modello di studio molto efficiente.
Gli scienziati americani hanno dunque dimostrato che e' possibile trasferire una malattia neurologia sul tavolo del laboratorio utilizzando le cellule staminali dei pazienti malati. In questo modo, ricercatori hanno scoperto un composto promettente che promuove la sopravvivenza dei neuroni stessi, aprendo la strada per una possibile nuova terapia.
"Crediamo di aver dimostrato il potenziale valore di un sistema completamente nuovo con il quale si potranno scoprire nuove opzioni terapeutiche per la Sla", dicono gli studiosi, secondo i quali la nuova tecnologia di screening basata sulle staminali promette anche di ridurre i costi di sviluppo di nuovi farmaci: il composto individuato appare molto piu' promettente dei due farmaci che hanno fallito nei trial clinici organizzati spendendo centinaia di milioni di dollari.
 
Fonte: Aduc