Come scegliere la banca del cordone ombelicale?

Si consiglia ai genitori di verificare che la banca sia accreditata da un ente governativo ufficiale (generalmente il Ministero della Salute del paese di appartenenza della banca).
Infatti le banche del sangue e dei tessuti, PUBBLICHE e PRIVATE, operanti nell’Unione Europea, per svolgere l’attività di raccolta, di processamento e di conservazione del sangue cordonale o dei tessuti, devono essere autorizzate dalle autorità competenti, dal Ministero della Salute e/o dal Centro Nazionale del Sangue.


L’esportazione e l’importazione di cellule staminali ematopoietiche “CSE” è consentita, all’interno dell’Unione Europea, solo da banche autorizzate dall’Autorità competente ai sensi della Direttiva 2004/23/EC e questo vale anche per l’Italia.
Le banche autorizzate, secondo sopraindicata normativa, operano secondo gli standard GMP (Good Manufacturer Practice), una delle certificazioni di base nel settore della crioconservazione di cellule e di tessuti e nel farmaceutico.
Inoltre i genitori dovrebbero valutare altri aspetti della qualità della banca del cordone ombelicale come l’esperienza nel servizio di crioconservazione, il numero dei campioni conservati, i trapianti effettuati, la presenza del Comitato Scientifico di riferimento.
Questi dati possono dare ai genitori la certezza di qualità delle procedure adottate per l’estrazione e la conservazione dei campioni che può essere ulteriormente confermata anche dai certificati che possiede, come per esempio il certificato AABB.
L’AABB è un’organizzazione impegnata nello sviluppo dei più alti standard nell’ambito della conservazione del sangue cordonale e non, della medicina trasfusionale e della terapia cellulare. L’accreditamento AABB stabilisce che il livello di prestazioni tecniche ed amministrative all’interno della struttura soddisfa o supera gli standard stabiliti dall’AABB. Viene, di conseguenza, certificata l’idoneità del campione trattato e conservato presso il laboratorio a poter essere utilizzato in un eventuale trapianto futuro.

Poi è molto importante anche l’esperienza di rilascio dei campioni per utilizzo clinico (trapianti), che conferma la maggiore qualità del servizio offerto.