News

In questa sezione potrai trovare tutte le notizie e informazioni riguardanti le cellule staminali e sulle banche del cordone ombelicali.

Conservazione del Cordone Ombelicale, banca pubblica o privata?

Il sangue cordonale è ricco di cellule staminali emopoietiche che sono in grado di dare origine a globuli rossi, globuli bianchi e piastrine, per questo le cellule staminali emopoietiche cordonali vengono utilizzate quotidianamente per curare malattie del sangue e del sistema immunitario come linfomi, leucemie, aplasie midollari, talassemie, immunodeficienze ed alcuni difetti metabolici.

Altro

Conservazione di cellule staminali cordonali è un'opportunità per tutta la famiglia

Le cellule staminali del sangue, prodotte nel midollo osseo o presenti nel sangue del cordone ombelicale ed immesse in circolo, originano le cellule progenitrici, che hanno la caratteristica di essere pluripotenti, cioè di riprodursi e a differenziarsi nelle varie linee cellulari.

Il trapianto di cellule staminali emopoietiche (CSE) si è affermato come una delle strategie terapeutiche più utili nella cura di leucemie acute o croniche, mieloidi o linfoidi) o ereditarie (Thalassemia Major) per le quali le terapie convenzionali non sempre offrono possibilità di guarigione.

Il trapianto con le cellule staminali può essere autologo (trapianto di CSE dello stesso paziente dopo opportuno trattamento) o allogenico (trapianto di CSE da un donatore sano anche familiare).  

Altro

Prof. Silvio Danesi, conferma la possibilità di utilizzare le cellule staminali nella cura di Malattia di Crohn

Dalla ricerca sulle staminali potrebbe arrivare un nuovo trattamento per una delle complicanze più frequenti della malattia di Crohn, le fistoleperianali. Uno studio europeo al quale ha partecipato anche il professor Silvio Danese, responsabile del Centro per le malattie infiammatore intestinali dell’ospedale Humanitas, ha dimostrato i benefici dell’uso locale di cellule staminali mesenchimali derivate da tessuto adiposo. La ricerca è stata pubblicata su Lancet.

Altro

Le cellule staminali del cordone ombelicale sono davvero PREZIOSE! Ecco cosa dice un giovane Ematologo Italiano Filippo Milano, che vive e lavora negli USA.

Filippo Milano, professore universitario e medico, è il protagonista di una interessantissima ricerca scientifica applicata che riguarda il trapianto da cordone ombelicale che consente di diminuire il rischio delle recidive dei pazienti.

Il ricercatore dopo essersi laureato in medicina e chirurgia presso la sapienza di Roma, è volato alla volta degli States, e più precisamente al Fred Hurchinson Cancer Research Center di Seattle, Centro di ricerca leader mondiale per i trapianti allogeneici, e nel 2008 ha completato, sempre alla Sapienza, la specializzazione in ematologia. Prof. Milano ha raccontato la sua importante ricerca medica.

Altro

Perché nel cordone ombelicale ci sono le cellule staminali?

Il parto è uno dei maggiori sforzi a quale è sottoposto il corpo di una donna. Proprio per affrontare lo stress del parto l’organismo umano si è adattato mobilitando la produzione di un  grande numero di cellule staminali nel midollo osseo e rimettendo esse nel circolo sanguineo. Le cellule poi si trovano nella placenta e nel cordone e possono essere raccolte alla nascita del bambino dalla placenta e dal cordone ombelicale.

Altro

Il “miracolo” della medicina e il “miracolo” delle cellule staminali cordonali.

Dopo aver ricevuto il trattamento delle cellule staminali del proprio cordone ombelicale, Thomas Larriva un bambino di 9 anni ha superato tetraparesi cerebrale spastica.
Fortunatamente per Thomas i suoi genitori avevano conservato le sue cellule staminali del cordone ombelicale in una banca Privata “Biocells” accreditata AABB.

"Questa decisione è stata fondamentale per la vita di mio figlio", dice Diana Muñoz, la mamma di Thomas.

Altro